6214218377186418

La stagione 1993-94 per l’Inter fu molto tribolata in campionato, ma trionfale in Europa.

La campagna acquisti dei nerazzurri ,almeno sulla carta, sembrava essere all’altezza della situazione con gli arrivi di Begkamp, Jonk, Festa e Dell’Anno.

In realtà sin da subito fu piuttosto chiaro che in estate erano stati commessi diversi errori. Jonk e soprattutto Bergkamp non riuscirono ad adattarsi al calcio italiano e Francesco Dell’Anno, che veniva da un’ottima stagione con l’Udinese, non riuscì mai ad esprimersi ad alti livelli.

Il tecnico Osvaldo Bagnoli fu esonerato dopo le prime giornate del girone di ritorno e al suo posto arrivò l’allenatore della Primavera Marini. Nonostante il cambio in panchina, i risultati in campionato continuarono ad essere molto negativi tanto che i nerazzurri riuscirono ad ottenere la matematica salvezza soltanto alla penultima giornata. Ancora oggi il tredicesimo posto dell’Inter in classifica rappresenta il peggior risultato di sempre nella storia della società milanese.

Le cose andarono diversamente in Europa; infatti i nerazzurri furono protagonisti di una serie di vittorie che portarono ad una facile qualificazione ai quarti di finale di Coppa Uefa contro il Borussia Dortmund. Nella prima fase del torneo si distinse Dennis Bergkamp, che poi diventò il capocannoniere del torneo.

A Dortmund l’Inter di Marini vinse per 3-1, per poi ottenere, nonostante la sconfitta a Milano, la qualificazione alle semifinali contro il Cagliari di Bruno Giorgi. La gara di andata vide la vittoria dei sardi per 3-2 , ma in quella di ritorno la compagine nerazzurra si qualificò in finale dopo aver steso i rossoblu per 3-0.

Nella finalissima l’Inter affrontò gli austriaci del Salisburgo. La squadra di Marini trionfò con un doppio 1-0 sia all’andata che al ritorno (reti di Jonk e Berti) e riuscì a riscattare una stagione altrimenti fallimentare.

Ecco la formazione con cui l’Inter vinse la Coppa Uefa:

Zenga, A. Paganin, Fontolan (68’ Ferri), Jonk, Bergomi, Battistini, Orlando, Manicone, Berti, Bergkamp (89’ M. Paganin), Ruben Sosa

13226805_1212135852160339_3281968042187541937_n

Posted in Calcio


Rispondi

  • Il calcio italiano degli anni ’90… quando una squadra che concludeva la stagione a un punto dalla serie B, andava in Europa e vinceva la Coppa Uefa (competizione difficilissima e prestigiosissima all’epoca).

    Rispondi

  • Mario

    Jonk è stato giudicato in patria tra i migliori 10 centrocampisti olandesi di sempre, era un ottimo giocatore e anche senza un modulo tattico a zona sicuramente lui congeniale (Bagnoli!!) si distinse per prestazioni e reti importanti, ancora oggi nello staff olandese è considerato un grande esempio

    Rispondi